Non è mai troppo tardi per vivere

12734072_1080840015301760_5731647909348480467_n

Dovrei chiedere scusa a me stessa per aver creduto di non essere abbastanza.
(Alda Merini)

Quando non scrivo per un po’ sul mio blog non è per pigrizia, ma perché qualcosa di nuovo sta accadendo e mi sta risucchiando tutto il tempo disponibile. In questi ultimi 3 mesi in effetti una serie di eventi si sono incastrati e la mia vita ha preso una piega inaspettata. Fino ad un anno fa non avrei mai immaginato che oggi mi sarei ritrovata al punto in cui sono. Ci speravo, però sotto sotto avevo paura di illudermi. O meglio, avevo paura di non farcela.

Da quando ho eliminato la parola “paura” dalla mia quotidianità tutto è cambiato. Eliminato comunque non è il verbo giusto, direi di più trasformato. La paura è diventata coraggio, ed il coraggio mi ha aperto le porte verso nuove possibilità. Quante volte sono stata lì lì per tornare indietro, per accettare posti di lavoro che non centravano nulla con la mia passione, per cambiare vita perché pensavo che il mio percorso fosse diventato inutile. E poi due/tre sconfitte negli anni mi hanno fatta vacillare, non lo nego. L’aver detto di no a dei lavori sicuri in tempo di crisi mi ha fatto sentire in colpa. Ma come, c’è la crisi e tu non vuoi lavorare? No, non è quello. Io desidero lavorare facendo ciò che mi piace, è diverso… è così tremendo?

In realtà questa maledetta crisi ha rimescolato le carte in tavola: c’è chi si è fatto travolgere e chi ha colto l’occasione per rinascere. Mio padre con la crisi ha ripreso a dipingere e ha fatto della sua passione un impegno a tempo pieno. Mio fratello ha mandato a quel paese il lavoro che aveva da tanti anni ma che non amava, per aprire un negozio tutto suo. Io grazie alla crisi ho capito che se non si seguono le proprie passioni allora si finisce con l’andare avanti continuando a lamentarsi, finché non si spegne anche l’ultimo neurone. Che razza di vita è? Finché non ci si muove non ci si accorge di quanto sia spaventoso restare fermi.

Morale della favola, negli ultimi tre mesi ho iniziato a lavorare per diverse aziende come copywriter freelance e qualche giorno fa ho aperto la Partita Iva. Già da un anno collaboro con una di queste, e grazie al suo team sono cresciuta in modo notevole. Devo molto a queste persone, questi colleghi di lavoro che mi hanno spinta ad essere quella che sono oggi. Pian piano, mese dopo mese ho fatto sempre di più, sempre meglio, ottenendo ottimi risultati. Poi il timore di non guadagnare abbastanza, di non trovare altre imprese disposte a darmi una chance. Invece, lasciando andare le cose da sole e imparando ad essere più paziente, tutto si è semplicemente sistemato e ho ricevuto altre proposte che mi hanno fatto capire di poter intraprendere sul serio una carriera come libera professionista. La qualità del mio lavoro ha parlato per me e non potrei essere più orgogliosa di ciò che sto facendo.

Questo post lo dedico a quelle persone che hanno un sogno ma pensano di non poterlo realizzare. Non è mai troppo tardi per iniziare il cammino che vi porterà a vivere la vita che desiderate. Di ostacoli ne incontrerete, però vi assicuro che ne varrà la pena. Tutto il resto sono solo scuse.

Giulia

Annunci

4 Replies to “Non è mai troppo tardi per vivere”

  1. Sono convinta che ci riuscirai Ylenia… Non mollare e quando raggiungerai il tuo obiettivo potrai dirmi: hai visto? ce l’ho fatta anch’io… continua a lottare, ne vale la pena. :)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...